22 febbraio 2016DECOTTO ALLA MALVA E PRUGNE SECCHE

Direttamente dalle care e utili "ricette della nonna", questo decotto è utile per calmare la tosse e i sintomi influenzali.

decotto-alla-malva-2

IN BREVE

Difficoltà: facile.

INGREDIENTI

½ litro di acqua (anche un po’ di più)
1 radice di malva
qualche fiorellino di malva
qualche foglia tenera di malva
1 prugna secca (Monteré)
1 arancia tagliata a metà
½ carruba
1 mela annurca
1 mela cotogna (non è indispensabile)
1 foglia di lattuga

PREPARAZIONE

Dopo aver accuratamente lavato tutti gli ingredienti metteteli in una pentola con acqua e, a fiamma moderata, portate ad ebollizione, la frutta non deve essere sbucciata quindi utilizzate frutta non trattata.

 

Una volta raggiunta l’ebollizione abbassate la fiamma più che potete e lasciate sul gas per circa un’ora.

Quando l’acqua si sarà ristretta più della metà, spegnete e filtrate con un colino.

Versate il vostro decotto in dei bicchierini aggiungete del miele per addolcire (meglio se del miele all’eucalipto) e, quando sarà leggermente intiepidito, sorseggiatelo e gustatelo in tutta la sua bontà.

N.B. – Le quantità di acqua e di ingredienti sono indicative, è solo una questione di gusto, infatti potete aumentare le dosi degli ingredienti compresa la quantità di acqua e poi riscaldare il decotto poco prima di berlo.

Vi ricordo, come ho detto all’inizio dell’articolo, la malva ha anche una funzione lassativa quindi, questo decotto, anche per la presenza della prugna, potrebbe avere il medesimo effetto.

Suggerimento: Se non riuscite a procurarvi la malva fresca, potete acquistarla in erboristeria essiccata, si trovano sia le radici che le foglie ed i fiori.

 

Fonte: il Bello del fornello