7 aprile 2015Il consumo regolare di frutta secca e’ un fattore chiave per mantenersi in buona salute: lo rivelano recenti studi clinici

Il consumo regolare di frutta secca è un fattore chiave per mantenersi in buona salute. La frutta secca rappresenta infatti il fattore chiave di una dieta sana in grado di migliorare significativamente la qualità della vita.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), una dieta sana che comprenda il consumo di frutta secca, l’esercizio fisico regolare, il mantenimento del peso ideale ed evitare tabacco e alcol, potrebbe essere sufficiente per prevenire i casi di cancro.

In concomitanza con la Giornata mondiale della salute, il 7 aprile 2015, il Consiglio internazionale della frutta secca ed essiccata (INC) ha divulgato i dati emersi da recenti studi clinici relativi proprio all’introduzione della frutta secca in un regime alimentare sano ed equilibrato.

La frutta secca è fondamentale infatti all’interno di una dieta completa, per via dell’apporto di sostanze nutrienti chiave, tra cui la vitamina E, acido folico, magnesio, arginina, steroli vegetali e composti fitochimici.

Fonte eccellente di energia, noci e frutta secca sono il combustibile ideale per l’esercizio fisico, che è indispensabile per mantenersi in buona salute. La frutta secca ha un profilo lipidico eccezionale essendo particolarmente ricca di grassi polinsaturi e monoinsaturi. Questo, in combinazione con l’elevato contenuto proteico, fa di questi frutti uno snack ideale da consumare sia prima che dopo l’esercizio fisico.

Il consumo regolare di frutta secca riduce il rischio di malattie croniche e può abbassare il colesterolo cattivo (LDL) tra il 7% e il 10%. Una manciata (circa 30 grammi) di frutta secca al giorno viene comunemente associata ad una riduzione di circa il 30% del rischio di insorgenza di malattie cardiovascolari, ed una riduzione di circa il 20% del rischio di mortalità. Inoltre, diversi studi scientifici sostengono che la frutta secca possa anche contribuire a ridurre il diabete

Inoltre la frutta secca è ricca di polifenoli, così come l’equivalente frutta fresca. I polifenoli sono dei potenti antiossidanti che possono proteggere il DNA dai danni ossidativi e ridurre gli stati infiammatori.

Fonte: Fresh Plaza